Posts Tagged Baldo

Quei bravi ragazzi…

Beh in 4 mesi di sopravvivenza negli States avremmo pure imparato qualcosa? …diciamo che fare le torte non è il nostro mestiere però questa volta non è venuta niente male. Mezza tazza d’acqua, mezza di olio vegetale, mega preparato al cioccolato il tutto per una 50tina di minuti a 350 °F…e il gioco è fatto.

Il gusto non è dei migliori però a vederla fa (o meglio faceva…) la sua figura.

Difetti: abbiamo usato una padella troppo larga, è venuta troppo stesa e quindi troppo cotta e non soffice nel mezzo. Altro grosso difetto è che Baldo è tornato ad Atlanta e mi ha lasciato una padella mega-incrostata da lavare…fottuto!!!

Spirito di sopravvivenza…

Annunci

Lascia un commento

Su e giù per Wall Street!

Come dice Olly :”la cartella dell’Invicta con Wall Street non ha niente a che vedere”…e forse forse ha proprio ragione…per fortuna non ho incontrato Bud Fox e Gordon Gekko (alias Charlie Sheen e Michael Douglas) in giacca e cravatta come nel famoso e a mio parere bellissimo film di Oliver Stone.

Ad un passo dal povero World Trade Center, in Wall street si respira un’aria particolare…sembra quasi che tutto sia figo.  Fa figo il broker ingellato che parla con l’auricolare, fa figo la tipa tirata che parla anch’essa al cellulare…ma in questo caso  quello ultrasottile con lo sportellino, fanno figo il toro d’orato ad inizio via e la statua di Washington…fa figo anche la mega bandiera americana ed è figo pure il McDonald che fa angolo (lo posso confermare…curato nei particolari).

Insomma un ennesimo posto che da sempre sognavo di visitare…prometto…la prossima volta mi presento con una ventiquattrore nera!

Citazione dovuta:

“Il denaro non si crea, si trasferisce da una intuizione ad un’altra, magicamente” (Gekko, da “Wall Street”)

Lascia un commento

Discorsi da uomini!

E’ incredibile come questa avventura ti porti a cambiare un pò tutto..perfino i discorsi con gli amici. Come da un mese e più a questa parte siamo soliti fare, io e Baldo ci ritroviamo quasi quotidianamente la sera per un piccola chiaccherata visto che la lontana Italia sta già dormendo da qualche ora.

Beh..questa sera abbiamo raggiunto un punto di non ritorno, l’apoteosi della vergogna, la punta dell’iceberg: dopo 15 minuti di conversazione ci siamo accorti che dall’inizio della chiamata non avevamo fatto altro che parlare di tipi di formaggio (c’è chi difende il Provolone e chi la Mozzarella americana), insalate pronte a foglie larghe o a pezzettini (Baldo sostiene che queste ultime mantengono di più), meloni che non sono più quelli di una volta e stranamente sembrano fuori stagione e su come non mandare a male la roba.

Siamo diventati delle massaie a tutti gli effetti (..e questo a volte mi fa brutto..)..facciamo il bucato il sabato mattina, puliamo la stanza regolarmente e parliamo di cibo e di offerte. Oddio…quando torneremo in Italia incomiceremo a guardare televendite e soap opera, Maria de Filippi e Cucuzza saranno la nostra compagnia quotidiana e Rete4 l’unica rete in cui trovare qualcosa di interessante.

Help us!!!

Lascia un commento