Archive for Hershey

Ritorno alle origini: Hershey (PA)

Appena tornato da un viaggio di 3 ore e mezza di ritorno da Herhey Pennsylvania. Questa cittadina nel bel mezzo dello stato non significa nulla ai molti…ma ha un grande, grandissimo valore per me. Dal momento che ho passato qua ben quattro entusiasmanti mesi della mia vita, per me è stato come ritornare dove ho imparato a vivere negli States, dove tutto all’inizio non era facile e poi si è rivelato semplicissimo, dove me la son cavata con l’inglese, dove ho incominciato a lavorare e a confrontarmi con tantissime realtà differenti. Hershey è tutto questo per me..e forse qualcosina di più. Strade pulite, perfette, simil paesino di “Una mamma per amica”, guida tranquilla, colori (Hershey Rose Garden), divertimento (HersheyPark..vedi vecchi post!).

All’ingresso di Hershey l’insegna dice: “Hershey…The Sweetest Place on Earth” (allundendo al famoso cioccolato locale) beh per me se non il più dolce sicuramente uno di quelli a cui sono più affezionato.

P.S.

Ringrazio una caro vecchio amico per l’ospitalità e il mio vecchio advisor per il barbecue!

Annunci

Comments (1)

Respect the GRILL!!!

E’ arrivata l’ora di partire, di cambiare aria…una sorta di “Addio Monti” manzoniano, molto meno drammatico e senza una barchetta sul laghetto!!! Si è chiusa in bellezza l’avventura in quel di Hershey con l’ennesima grigliata con tanto di burger, pancetta, hot dog e la magica yuengling di accompagnamento (dovevamo per forza finire con una lager della Pennsylvania). Tutti insieme, di fronte alla griglia…giardino di fronte all’appa301 ormai diventato come il suolo di Marte (causa calpestamento continuo, stazionamento sedie, sigarette e sigari finiti on, ecc.), fumo everywhere (abbiamo realizzato che forse è per questo motivo che in nostri vicini del piano di sopra ci odiavano!) e panini pronti per essere riempiti.

Insomma “Respect the GRILL” è l’unica legge che vige nel campus della Penn State da quest’estate e l’apt 301 l’unico vero appartamento del Manor West (nessuno come noi raccoglieva gente di fronte la porta di casa…Aneddoto: una notte mi sono svegliato per andare a bere in cucina e c’erano dei tipi fuori dal mio apt che parlavano seduti per terra…come fosse il luogo più adatto in cui parlare…una sorta di piazza riconosciuta..bah…)

…spero quindi che altri prendano il testimone e portino avanti questo nostro obiettivo di estendere la filosofia della Grigliata in tutto il campus di Hershey!

A questo punto non posso far altro che ringraziare tutti i ragazzi che hanno partecipato con me a quest’estate in Hershey…la loro compagnia e il mio volere stare insieme, le loro possibilità materiali e la mia fantasia nel proporre le cose, la loro cordialità e la mia completa disponibilità nel creare un’amicizia, ha fatto in modo che si formasse un gruppo…un vero gruppo che si aspettava per mangiare la sera…che faceva baracca tutti assieme, che cantava le canzoni con la chitarra seduti sulla panchina, che condivideva cibo, birra e vino senza problemi!

…un qualcosa che non è così troppo frequente da queste parti…

Grazie Ragazzi!!!

Comments (2)

Happy birthday to you!!!

Jo is my friend…I’m positive!

I never thought that in another country, and in only 3 months..I could get a so strong relationship with another person! I will thank him forever for what he did for me in the period I spent in Hershey. He helped me, he brought me everywhere…and he invited me to his 21 years old birthday (6th of August). It was a lot of fun…

His family was very kind with me..(Carl…I want another burger!)..and Molson is a very sweet dog (we slept together one night!!!). We went to Allentown to dance in a bar. It was called Banana Joe…very funny place…we made fun of people dancing…and we had 6 shots in the last half of hour!Crazy stuff! Jo booked a VAN to bring us back home…and along the street we stopped to a party in an house in Allentown.

The best part of the night, it was to stay outside the Jo’s house with him (he was really drunk), and bringing him several glasses of water and speaking with him about the way to reduce the hangover!!! I don’t know if he remembers this piece of night!!!

I think that I will meet him again (I want to)…I told him to come in Italy next summer…10 days to see the best crazy things of one of the best country of the world (in my opinion!)

Good bye Jo…or better see you soon RASPA boy!!!

Lascia un commento

Tutto mondo è paese!

E’ strano quando alle volte anche le piccole cose ti portino a pensare quanto sia piccolo il mondo!

Quante sono le possibilità che uno studente dell’Università di Cesena, per esempio laureando in Ingegneria Biomedica laurea Specialistica, mentre completa la sua tesi all’estero…facciamo conto negli USA…e in particolare in un minuscolo paese di circa 20000 abitanti come Hershey sperduto nella campagna della Pennsylvania, per soli 3 mesi d’estate, incontri un suo professore della IngCe mentre cammina lungo il corridoio cercando di raggiungere la small cafetteria per il pranzo in un Medical Center che conta migliaia e migliaia di persone?

Beh zero periodico sarebbe stata la mia risposta fino a ieri…ma devo ammettere che mi sbagliavo visto che tutto questo è successo. Incredibile ma vero…

E per di più, ha preso alloggio nell’appartamento davanti a casa mia…very weird story!!!

Comments (1)

Amish…strana gente!

Ennesima gita domenicale…questa volta in un paese dal nome strano (Intercourse…se non sapete cosa significa…googolate on line), con gente strana (bratelle, barbone, tutti vestiti uguali!), dalle abitudini strane (no tv, no telefono, no elettricità) e dai mezzi di trasporto strani (..buggie for example!).

Coltivano granoturco…ed è per questo che il loro pop-corn spacca…qualcuno alle volte infrange le regole…tipo una con una Pepsi in mano oppure un altro con un telefonino di ultima generazione con sè!

Cose positive: hanno più di una moglie, non si tagliano più la barba dopo il matrimonio e sopratutto danno la possibilità ai loro figli di 14 anni di provare tutto il peggio (o il meglio) della vita normale (droga, sesso e rock’n roll)!

…pecore, maiali, galline, anatroccoli…carrozze, aratri, buoi…un pò come ritornare indietro nel tempo.
…tutto molto bello…

Lascia un commento

Una domenica italiana.

Tanto per spezzare la tradizione domenicale americana…io (italiano), Alessandro (italiano) e Marina (greca) siamo andati in un laghetto nelle vicinanze di Hershey per simulare (almeno dentro di me!) una sorta di domenica romagnola italiana, giornata in cui la riviera la fa da padrona…e la spiaggia è il luogo ideale dove sorseggiare qualcosa di ghiacciato e oziare tremendamente.

Niente lettini italiani, niente sabbia italiana, niente granita italiana, niente gazzetta dello sport italiana, niente “cocco bello!!!” più o meno italiano, niente bestemmie italiane (o forse meglio dire romagnole) e cori da stadio prettamente italiani nell’aria.

Tutto calmo e quieto come Fonzie…solo qualche bambino urla…ci si tuffa da una sorta di trampolino di 3 metri…si cerca un posto che l’ombra degli alberi non abbia ancora raggiunto…si mangia un gelatino e si chiacchera in tutta tranquillità.

Un modo come un’altro per godere di una rara giornata completamente di sole.

P.S.

Mi riferiscono che l’estate italiana è tremendamente calda…beh…mi sa che se ero a casa a quest’ora ero impazzito!!!

Lascia un commento

Chocolate world!!!

Vivendo ad Hershey è impossibile non caderci dentro. Tutto qua è stato creato grazie a quel buon uomo di Milton che prima di fondare il medical center in cui sto lavorando, prima di costruire un orfanotrofio per 1000 e più bambini, prima di donare tantissimo denaro per le attività sportive della città, ha creato la mitica fabbrica di cioccolato. Beh…un paradiso terrestre per i più piccoli…o per quelli come me che non si stancheranno mai di queste cose. Questa attrazione turistica semi-gratuita, che non è altro che una grossa occasione commerciale per l’azienda, accoglie migliaia e migliaia di persone tutte le estati…file infinite la domenica per vedere come si produce il cioccolato e per avere il compensino finale dopo 15 minuti di corsa su una tazza semirotante.

Non sono un gran amante del cioccolato, particolarmente di questo…penso che il cioccolato svizzero o anche il nostro cioccolato siano senza alcun dubbio superiori. Il sapore è diverso come anche la consistenza…c’è a chi piace e a chi non piace…a me sinceramente non piace. Si possono comprare mille e più prodotti…ma tra tutti, quelli che mi sono saltati subito all’occhio sono i cosiddetti “kisses”.Una traduzione secca porta alla parola “Baci” e il suffisso perugina mi viene spontaneo. Spontaneo arriva anche l’ennesimo sfottò Europa vs America nei confronti Kristy e Elizabeth…infamandole, in quanto americane, di avere copiato il nome (come al solito quando si parla di cibi!)..

Beh…Kisses prodotti nel 1907…Baci datati 1922 (dopo una ricerca in internet)..con consecutiva e continua presa in giro…

…che figura di m…a!!!

Comments (1)

Older Posts »