Archive for Briarcliff Manor

Hello Officer

Il fatto: vado in macchina a portare due camice in lavanderia per lavaggio e stiratura. Arrivo ad un incrocio con semaforo e giro a destra con il rosso. Passano 100 metri e la polizia mi ferma.

Alcune cose da sapere: solitamente nello stato di NY è possibile girare a destra anche con il semaforo rosso…praticamente è come un segnale di stop. Questo sempre tranne quando è segnalato da un’insegna bianca con scritta nera sulla sinistra indicante “NO TURN RIGHT ON RED”. Il semaforo che avevo appena passato (e che ho fatto almeno 200 volte tra l’anno scorso e quest’anno) è uno di questi in quanto butta su una strada principale (verosimilmente trafficata).

Alcune sensazioni: ero sovrappensiero, istintivamente ho girato a destra accertandomi prima che non ci fosse nessuno. Subito dopo aver svoltato ho pensato “che stupido”, guardato lo specchietto retrovisore e la polizia era già dietro di me come un falco.

Il dialogo: Officer (O), Jannessinho (J)

O: Salve signore, viene dall’Ohio? (domanda retorica e carica di strafottenza dal momento che ero targato Ohio)

J: No, a dire la verità sono italiano (con accento super italiano, e inglese superimpacciato)

O: Ah italiano..e come mai qua?

J: lavoro. Ma scusi? Ho fatto qualcosa di male? Ho visto che ha acceso le luci e mi sono fermato…pensavo volesse passare perchè doveva andare da qualche parte…non pensavo nemmeno fosse per me.

O: a dire la verità è passato con il rosso ad un semaforo in cui non è possibile girare a destra!

J: come? Cavolo lo sapevo..dove lavoro mi hanno detto: “puoi sempre andare a destra con il rosso…SEMPRE” e allora io ho seguito le istruzioni. Anche perchè l’altro giorno un tipo mi ha insultato perchè non mi muovevo a passare…ma sa…noi in Italia non abbiamo questa regola…non passiamo MAI con il rosso.

O: capisco.

J: mmm..no ma…mi scusi…allora ho capito adesso ed è errore mio. Scusi veramente.

O: beh…capisco che non sia facile adattarsi alla guida in stati esteri e che in questo paese ci sono tanti matti. Ma la prossima volta che le danno fastidio ad un semaforo, chiami la polizia e interveniamo noi. Guardi…può andare…l’importante è che si ricordi per la prossima volta…come le ho detto…capisco la difficoltà.

J: guardi..mi scusi..mmmm ssss…mmm ssss…

O: signore…buon proseguimento…può andare.

Reblog this post [with Zemanta]
Annunci

Comments (6)

Bye bye Corolla…

DSC03870

Anche questa volta non mi sono fatto mancare quelle migliaia di miglia che mi hanno sempre accompagnato in ogni avventura statunitense. Niente Dodge (quella bianca..3 anni fa in Florida) e niente RAM (il bestione nero dell’anno scorso)..quest’anno giù di Toyota Corolla a noleggio..un 2000 semplice semplice..con il comfort e il basso costumo come caratteristiche principali.

Alcuni numeri:

  • 3 stati attraversati: New York, Pennsylvania, New Jersey
  • 2200 miglia = 3000 Km percorsi
  • 30 volte casa-Sturbucks per il caffè della mattina
  • 1 volta fermato dalla polizia per infrazione. Niente multa per fortuna

La foto non le fa giustizia..purtroppo prima di riportarla mi sono dimenticato di immortalarmi almeno una volta al volante. Poco male…

Reblog this post [with Zemanta]

Comments (2)

Dalle quattro alle due ruote

DSC03585

Dato che la crisi economica si fa sentire anche nel portafoglio (chissà poi perchè…non avevo ne investimenti ne niente…) quest’anno mi adeguo alla situazione e invece di un Dodge RAM 3800 benzina, mi sono fatto prestare una bici rossa da semicorsa marchiata Ross (una sorta di Vicini del Westchester). Niente assicurazione, niente messa in strada, niente targa personalizzata…e sopratutto niente benza anche se quella non sarebbe stato un problema dal momento che ora viene 2.6 $/gallone (circa 0.5 € al litro se ho fatto bene i calcoli).

Al tempo stesso però devo mettere in conto le spese di taxi che l’anno scorso non avevo: casa – stazione 5$, casa – supermercato 5$, stazione – casa condiviso con 2 ecuadoriani ubriachi che si capiva bene dove dovessero andare: 6.5$ (chissà perchè?..va beh..era sera tardi e non mi sembrava il caso di discutere con il taxista loro compaesano).

Insomma un buon risparmo e molto meno sbattimento…peccato però…

Reblog this post [with Zemanta]

Comments (3)

Si è chiuso con il lancio del pollo…

Sono in Italia ma ancora continuo a postare cose sugli States..ancora c’è tanto da dire..tanto da ricordare. Per esempio l’ultimo barbecue…è stato fantastico: burger, hot dog, salsicce, ali di pollo e petto di pollo con le solite pannocchie di condimento e qualche dozzina di bottiglie di birra. Abbiamo iniziato ad accendere il fuoco verso le 2 del pomeriggio e il tutto si è concluso quando la folla ha avuto la bella idea di giocare al “lancio del petto di pollo”..forse per la voglia di Olimpiade rimasta da Pechino 2008..o forse per il tasso alcolico in corpo..chissà! Il risultato lo potete vedere nel video sotto la foto: griglia scaraventata sul porticato, petto di pollo scagliato tra gli erbaglioni (troppo mercatese come termine?) e assi di legno che incominciano a fumare causa carbone rovente.

Si è sfiorata la tragedia 😉

Comments (2)

I did it!

Presentazione finale andata e archiviata!!!

Ora mi sento leggero leggero…

Lascia un commento

Sto perdendo i pezzi!

Poco alla volta mi viene sottratto qualcosa: prima i colleghi, poi i compagni di casa..e ora è il momento della macchina; anche se macchina è un termine piuttosto diminutivo se non offensivo per un Dodge RAM come il mio. Mi ha portato dovunque: più di 2000 miglia di strada tra West Chester NY, Wayne in New Jersey fino al centro della Pennsylvania in quel di Hershey. Un pò scomodo quando piove a causa della trazione posteriore e della mancanza di peso nel cassone, ma veramente uno spettacolo per la posizione rialzata dei sedili (senso di superiorità assoluto). Nonostante la frizione dura e lo sportello del guidatore con apertura dall’esterno, mi mancherà un sacco…sia perchè è stata una comodità assoluta, sia perchè me l’ero fatto veramente mio (annessa bandiera dell’Italia a foderare i sedili). Ora, con l’aiuto di autoctoni, tento di venderlo nella speranza di riavere qualche soldino…non che basti per dimenticare la mancanza 😉

Una sola parola: FANTASTICO

Lascia un commento

Weekend Lungo = Lavoro

La ruota non ha girato nel verso giusto e quindi mi ritrovo in ufficio per questo weekend lungo. Presentazione finale in azienda martedì mattina, 45 minti in cui racconto cosa ho fatto in tutti questi mesi, e 15 minuti di massacro da parte della commissione. No dai..sto esagerando..fatto sta però che non ho potuto organizzare niente per questo fine settimana allungato grazie al “Labor Day” (ogni primo lunedì di Settembre). Per fortuna ho qualche invito di mezza giornata al quale posso aderire all’ultimo momento (vedi barbecue domenica pomeriggio, o ristorante giapponese domenica sera) con cassa da 12 birre alla mano.

W il primo Maggio!

Lascia un commento

Older Posts »