Archive for Massi

Hello Officer

Il fatto: vado in macchina a portare due camice in lavanderia per lavaggio e stiratura. Arrivo ad un incrocio con semaforo e giro a destra con il rosso. Passano 100 metri e la polizia mi ferma.

Alcune cose da sapere: solitamente nello stato di NY è possibile girare a destra anche con il semaforo rosso…praticamente è come un segnale di stop. Questo sempre tranne quando è segnalato da un’insegna bianca con scritta nera sulla sinistra indicante “NO TURN RIGHT ON RED”. Il semaforo che avevo appena passato (e che ho fatto almeno 200 volte tra l’anno scorso e quest’anno) è uno di questi in quanto butta su una strada principale (verosimilmente trafficata).

Alcune sensazioni: ero sovrappensiero, istintivamente ho girato a destra accertandomi prima che non ci fosse nessuno. Subito dopo aver svoltato ho pensato “che stupido”, guardato lo specchietto retrovisore e la polizia era già dietro di me come un falco.

Il dialogo: Officer (O), Jannessinho (J)

O: Salve signore, viene dall’Ohio? (domanda retorica e carica di strafottenza dal momento che ero targato Ohio)

J: No, a dire la verità sono italiano (con accento super italiano, e inglese superimpacciato)

O: Ah italiano..e come mai qua?

J: lavoro. Ma scusi? Ho fatto qualcosa di male? Ho visto che ha acceso le luci e mi sono fermato…pensavo volesse passare perchè doveva andare da qualche parte…non pensavo nemmeno fosse per me.

O: a dire la verità è passato con il rosso ad un semaforo in cui non è possibile girare a destra!

J: come? Cavolo lo sapevo..dove lavoro mi hanno detto: “puoi sempre andare a destra con il rosso…SEMPRE” e allora io ho seguito le istruzioni. Anche perchè l’altro giorno un tipo mi ha insultato perchè non mi muovevo a passare…ma sa…noi in Italia non abbiamo questa regola…non passiamo MAI con il rosso.

O: capisco.

J: mmm..no ma…mi scusi…allora ho capito adesso ed è errore mio. Scusi veramente.

O: beh…capisco che non sia facile adattarsi alla guida in stati esteri e che in questo paese ci sono tanti matti. Ma la prossima volta che le danno fastidio ad un semaforo, chiami la polizia e interveniamo noi. Guardi…può andare…l’importante è che si ricordi per la prossima volta…come le ho detto…capisco la difficoltà.

J: guardi..mi scusi..mmmm ssss…mmm ssss…

O: signore…buon proseguimento…può andare.

Reblog this post [with Zemanta]

Comments (6)

Jannessinho c’è (II)

DSC03990

Jannessinho..c’è!

Comments (3)

…per tutto il resto…c’è Mastercard.

Weekend all’insegna di burgers, hot dog, yankees (4 vittorie su 4 partite contro Boston Red Sox..mamma mia!), visione completa del sito giapponese di lotta tra insetti (link..provare per credere!), beer pong, rissa “beer” reale, lancio del ferro di cavallo e fusto di Miller Lite equivalente a 108 birre da 33 (…non conto i due pacchi di Heineken da me portati…spiccioli…)…

…per tutto il resto c’è Mastercard.

Reblog this post [with Zemanta]

Lascia un commento

Incubus…gran musica ma di poche parole…

Finalmente, dopo tanti anni di attesa, riesco a vedere gli Incubus dal vivo…e non poteva essere in un locale migliore della prestigiosa Radio City Music Hall di NYC. Una location alternativa per una band che ormai da 15 anni si cerca di contraddistinguere per ritmi sfasati e uso di nuove tecniche di cui conosco ben poco.

Il palco piuttosto piccolino e sacrificato ospita prima come opening act una band terribile (The Dukes Spirit…qualcuno li conosce?) e poi i ragazzi californiani capitanati da uno scatenato Brandon Boyd. Davvero tanto grintoso quanto poco loquace: solitamente dal vivo sembra (dai DVD o sul signor Youtubba) dare il suo meglio con qualche frase qua e la, ma non scherzo se dico che si è limitato ad una manciata di: “I love you New York” oppure : “What’s up New York?”.

Va beh…concerto nella sua totalità da 8.5 ..voto guadagnato grazie a una Warning da far paura e dall’aver suonato The Warmth, la mia preferita. Qualche punto perso per la pigrizia descritta precedentemente e per non aver passato Pardon Me e tanto meno la dolcissima Here in My Room. Trovate tre video qui

P.S.

Per chi ama i bollettini: biglietti in buona posizione a 70$+ 10$ di prevendita, hot dog e birretta alla modica cifra di 12$ (tip incluso), rischio di perdere il posto per colpa di qualche furbacchione (StubHub complice a mio avviso) e infine uscita dal locale accompagnato dalla immancabile Don’t Stop Believing (così tutti gli americani tornano a casa belli sorridenti!)

Reblog this post [with Zemanta]

Comments (2)

Jannessinho c’è!

DSC03985

@ Times Square, NYC (non mi ricordo il nome dell’iniziativa..sorry)

Lascia un commento

Per fortuna c’è il Miles and More…

pasto Luft

Ero talmente felice di aver prenotato Lufthansa, che un volo pessimo come quello non me l’aspettavo proprio. Bologna – Francoforte e poi Francoforte – Newark NYC…tutto bello fino a qui…e posso dire tutto tranquillo fino allo scalo tedesco. Quando poi però sono salito sul secondo aereo e mi accorgo che nella fecciosissima economy class non c’è nemmeno lo schermetto nel sedile davanti mi viene da piangere: con me no lettore mp3 ma solo Wired del mese scorso già mezzo letto. Come faccio a passare 8:30 in questo parallelepipedo ideale che è il mio sedile? Di fianco un ragazzino americano con tanto di maglietta francese e libro simil Bibbia in mano. Davanti classica scocciata che non resiste a voltare la testa ogni volta che provo a stirarmi e muovo di un millimetro il sedile (cavolo non ci sto!), a sinistra il corridoio..caro e vecchio amico..mia prima scelta ogni volta che viaggio (ginocchio sinistro che ha bisogno di stirarsi di tanto in tanto!).

Va beh…alla fine me la sono cavata…qui di seguito la sequenza degli eventi: decollo; snack+birra (Warsteiner) ; canale 5 Radio Lufthansa, 80 min non di più perchè poi si ripete; birra; pranzo (foto) + birra; film (“La Pantera Rosa 2″) alla tv comune + birra; bicchiere d’acqua + succo d’arancia + chiaccherata vicino al cesso con un polacco/americano che non ne poteva più di stare a sedere e si era dato al free alcool; discesa turbolenta; applauso d’arrivo.

…voto 6 al volo, 8 al servizio con media che fa 2 per la mancanza della tv e di film a nastro…per fortuna però ho accomulato parecchie miglia!

Reblog this post [with Zemanta]

Lascia un commento

Short film: I love Sarah Jane

Una ragazza cazzuta…niente da dire! Linguaggio scurrile a iosa…ma siamo tutti grandi no?

Qui la versione HD per anglofoni: link

Qui la versione con traduzione in italiano: link

Lascia un commento

Ma l’ho sentito solo io?

Avevo smesso di ascoltare sistematicamente il Volo del Mattino (RadioDeejay) con l’omonimo Fabio…prima lo stimavo, leggevo i suoi libri, lo seguivo persino in TV…poi mi ha incominciato ad annoiare…già dall’anno scorso…con Rambo e Heidi..insomma..c’era di meglio (vedi sana e vecchia musica…).

Poi ieri mattina cambio casualmente stazione radio sulla mia via al lavoro…e becco il Fabio Volo…che con un tono più distaccato del solito fa così: link

Fantastica paternale ad un tipo che ha 31 anni ed è ancora un coglione! E il buon Fabio ha riacquistato un ascoltatore!!!

Reblog this post [with Zemanta]

Comments (1)

Tanti Auguri a me!

..ho sempre odiato il giorno del mio compleanno…ma non per il tempo che passa ma per il giorno specifico: insomma..il 1 Aprile non è proprio il massimo…allora era meglio il 29 Febbraio come SuperMan.

Va beh..però è il primo anno che lo festeggio anche sul mio blog…quindi un’emozione unica! 😉

Per chi ama i bollettini: sono nato alle 12:30 e chi ci capisce mi ha detto che sono Ariete ascendente Cancro…cosa vuol dire?

Reblog this post [with Zemanta]

Comments (2)

Un bombardino per il weekend

Degno dei migliori sparatutto on line…qui vi serve solo della pazienza e la forza di spingere il bottone continuamente per un flusso continuo di laser, missili e pistolate al nemico!

3 vite e tanta energia del nemico da tirare giù…ma diciamo che in una decina di minuti si fa!

link

Comments (3)

« Newer Posts · Older Posts »