Niagara Falls

DSC04123

Le cascate del Niagara sono sempre stata una di quelle mete che sognavo da piccolo…un pò per il fascino della cascata in sè, e un pò per il fatto che le Marmore mi hanno sempre fatto cagare…e ho continuamente pensato che qualcosa di naturalisticamente migliore potesse esistere.

Prima di tutto c’è da dire che non si dice “Niagara” ma “Naiagra” (cavolo è una vita che sbaglio!) e poi che non sono così vicine a New York come alcuni dicono: 7 ore buone buone, forse la puoi fare con mezz’ora in meno ma io ho scelto la strada più semplice (via Albany) anche se la più lunga (vedi qui). Parto alle 6 e dopo due curve e qualche stop in aree di sosta (all’andata ho fatto la combo…tre “autogrill” tre breakfast menù: McDonald’s Breakfast, Starbucks e Dunkin’ Donuts Coffee) mezza giornata (oltre che mezza vita) è andata.

Una volta arrivati alle cascate, per quanto riguarda “quando fare cosa” la soluzione migliore è ascoltare attentamente i consigli di chi c’è già andato…ecco perché prima di partire avevo accumulato pareri un pò da tutti i miei colleghi, filtrando però quegli aspetti che la particolare nazionalità e/o cultura avrebbe potuto modificare: per esempio, non ho ascoltato l’indiano che mi diceva che le attrazioni erano molto care e mi consigliava di non farle, oppure non ho considerato le parole del cinese che mi diceva di non andare in Canada in quanto non sarei più tornato indietro.

Tornando a noi, le cascate sono uno spettacolo, non mi fraintendete, è solo che non mi aspettavo tutto quel contorno poco curato e assolutamente di poco gusto. E poi c’è da dire che gli americani si sono comportati bene, nonostante il parco sia piuttosto piccolino e assolutamente poco nature (credo di aver visto a mala pena un paio di scoiattoli!); sono proprio i canadesi che hanno dato il meglio di sé, grazie a una sponda addobbata di hotel pacchiani all’ennesima potenza, casinò ovunque e sparso qua e la anche qualche night club in bella vista.

Un’insulto alla natura che è stata pure generosa gli amici canadesi, essendo proprio dalla loro parte la cascata più bella. Eh sì..perché il fatto che si chiamino cascate (al plurale) è dovuto dalla presenza di due enormi getti d’acqua…uno a stelle e strisce e l’altro con la foglia d’acero (scusate la precisazione ma per me era sempre passata come buona l’espressione).

Alcuni consigli:

  • se andate dalla parte canadese, preoccupatevi di avere tutti i documenti con voi, passaporto, eventuale visto, DS 2019 (se visto J1), altrimenti fate come me che si è dimenticato proprio l’ultimo documento e rischiava di dormire in gatta buia per qualche notte;
  • se andate dalla parte canadese, assicuratevi di avere con voi almeno due quarter (25 cent) canadesi, perchè altrimenti arrivati al varco le macchinette vi propongono un cambio allucinante e non funzionano mai;
  • andate dalla parte canadese, lo spettacolo è garantito;
  • le attrazioni sono carine e ben fatte. La fila si smaltisce in fretta al mattino, ma non aspettate il pomeriggio altrimenti diventa un inferno. Maid of the Mist è un grande classico…vi portano con una barca ad assaggiare un pò di acqua polverizzata vicino vicino alle cascate; Journey behind the Falls è uno spettacolo…l’acqua vi sbatte in faccia e il percorso raggiunge punti meravigliosi (vedi foto);
  • la sera, con le cascate illuminate e colorate, vale un giretto veloce e due foto.

Insomma, esperienza positiva, viaggio lungo ma forse, per una volta, ne vale la pena. Mi aspettavo uno spettacolo più maestoso e imponente ma va bene così…madre natura sta facendo anche troppo…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: