Archive for novembre, 2009

London: Twilight night!

Il bello di abitare/stare nelle grandi città è che poi quando esci ti può capitare davvero di tutto. Per capirci, se fossi uscito così per caso in centro a Mercato Saraceno un martedì sera qualsiasi, avrei al massimo trovato una processione per una delle tante Madonne del comune o un torneo di maraffona al bar Gambin; a Londra invece esco a fare due passi e mi trovo nel bel mezzo della Twilight night! Che cos’è? Beh..è la stessa cosa che mi sono chiesto pure io in un primo momento, vedendo mantelli rossi tracciare la strada che da Piccadilly porta a Convent Garden. Poi però mi sono avvicinato (un pò intimorito) a uno dei figuranti (vedi foto…ne vado troppo fiero!) chiedendo se fosse tutto ok e lui mi fa: “E’ la Twilight night (New Moon premiere). Stiamo guardando le anime delle persone passare”. Sarà che a me certe cose fanno un pò impressione, sarà che il fumo che mi usciva dalla bocca mi ricordava tanto il Sesto Senso, un pò di adrenalina mi è salita e mi ha spinto (contro la mia tendenziale pigrizia) ad affrontare tutto il cammino per vedere dove andasse a finire il serpentone di incappucciati.

Diciamo che c’è stato un pò da camminare ma il risultato finale…ottimo: un palazzone (scusate ma non so il nome) illuminato a rosso con comparse aggrappate ovunque su per la facciata. Gran spettacolo oltre che gran rabbia non poter entrare alla festa di Gala…

…purtroppo ancora non sono VIP 😉

Comments (4)

TV Show..il punto della situazione!

Grazie al Thanksgiving day (sembra un colmo) ogni anno riesco a mettermi al passo con tutti i TV show che seguo. Infatti, questa grande festa americana stoppa un pò tutte le serie che vanno in onda al giovedì o al mercoledì…sarebbe troppo sacrificare una puntata (più o meno importante) in un giorno dove forse lo 0.01% degli americani guarda qualcos’altro che non sia football americano. Così ho potuto tirare il fiato ed effettuare il tanto adorato “catch up” che da mesi aspettavo.

In ordine di gradimento:

  • Dexter S04E09: sempre fantastico…non perde mai lo smalto delle prime stagioni. Questa volta l’avversario è Trinity (interpretato magistralmente da John Lithgow), un killer dai tratti molto particolari che ha reso questa stagione piuttosto interessante. NB ora Dexter è babbo..quindi anche la routine del mattino è un pò cambiata… link
  • Californication S03E09: in questa stagione stanno un pò esagerando con le prodezze di Hank e stressando un pò troppo il rapporto del suo agente con la piccola moglie. Mi piace ancora tanto ma vorrei rimanessero un pò più con i piedi per terra (a meno che in California si viva veramente così…beh in caso affermativo fate sapere che mi trasferisco…)
  • Lost in attesa della S06: lo so…ho sbraitato tanto l’anno scorso, promesso che non l’avrei mai più guardato…ma alla fine non ce l’ho fatta a resistere. Lost è Lost..praticamente l’ho portato io in Italia (ecco..sento già i fischi..) e mi sono sentito in dovere di dargli un’altra chance. Beh..cosa dire della stagione 5: brutta all’inizio, bellissima nel mezzo (hanno spiegato tante cose), tirata via nel finale. Vediamo cosa ci aspetta nella prossima visto che la prima puntata sarà il 2 Febbraio…”casualmente” il giorno della Marmotta!
  • The Office US S06E10: sempre grasse risate…mi ripeto dicendo che è un umorismo che a me fa impazzire!!!
  • Big Bang Theory S03E09: un pò sempre la stessa roba…diciamo dei buoni 20′ da passare in compagnia di simpatici nerd.
  • Southpark S13E13: disappunto! Le ultime puntate non è che mi siano piaciute tantissimo..saremo troppo in la con le stagioni?

Questo è quanto…forse c’è spazio per un altro TV Show in attesa dell’inizio di Damages. Ho già ricevuto parecchi consigli su facebook (Flash Forward su tutti)…voi cosa dite? (chi mi conosce sa che non mi piacciono i TV show a puntate singole…per intenderci tipo Numbers o Doctor House o roba simile in cui sì c’è una storia ma ogni puntata si apre e si chiude).

Comments (5)

The new Hero!!!

…prima o poi l’avreste saputo…

Comments (3)

Ryanair..for smart people only ;)

Non è così ovvio volare. E forse non lo è mai stato…lo sanno bene i fratelloni Wright. Ma con Ryanair, al giorno d’oggi lo è ancora di più. Come sapete, mi sono recato a Londra la settimana scorsa…il solito volo super cheap Rimini – Londra che, nel finale, non risulta essere così economico per tutti…per una serie di motivi che vado a elencare in modo da non farvi anche voi ricadere in una delle situazioni che ho visto con i miei occhi in questi anni di traghettamenti europei:

  1. Non è poi così superconveniente come un tempo: chi come me ha provato Ryanair agli albori, si sarà accorto che oggi come oggi i voli superstracciati si trovano ancora ma sono senza dubbio più rari. Le tasse non te le cavano quasi mai e nei weekend tutto si alza anche a distanza di mesi. Da rivedere…
  2. Sai l’inglese?: se la riposta è NO avrai dei problemi dal punto di vista logistico (tutte le informazioni, via email o via voce, ti arrivano in anglosassone). Munirsi di vocabolario e tanta buona volontà (oltre che pazienza…)
  3. Check in on line tutta la vita: regola recente è quella di fare il check in su internet. In cosa consiste: praticamente si aspetta una email di conferma del proprio volo dal sito Ryanair, con tutti gli estremi/codici della prenotazione; con tali numeri si accede alla fase di check in e si immettono i dati del documento che si intende portare con se all’aeroporto. MI RACCOMANDO…non sbagliate cifre o numeri o entrambi..e nemmeno riportare tipo la carta d’identità e portarsi dietro il passaporto…non c’è scusa che tenga con le tipe al banco, sembra averle addestrate il sergente Hartman. Lo scotto: qualche decina di euro e passa la paura.
  4. Imbarco a priorità? No Grazie!: ma che motivo c’è se non sei una famiglia con 5 figli o una comitiva di siamesi? Prima di tutto a Rimini e Bologna (come in tanti aeroporti) ti fanno imbarcare per primo ma poi devi aspettare, rispettivamente, che si apra il portellone dell’hangar a bordo pista o che arrivi l’autobus per il trasferimento in pista. Naturalmente a quel punto il tuo vantaggio si è già tutto mangiato nell’attesa di uno dei due eventi sopracitati…per capirci..un pò come quando arriva la safety car in Formula 1 quando sei in fuga!
  5. Polizza assicurazione e puttanate varie..no dai: mai fatte perchè sempre nelle mani del destino, ma non so se ne valga la pena in una compagnia dove poi l’unico ufficio che ti risponde con verso è quello di Dublino (ritorna la criticità di prima…vedi punto 2).
  6. Dimmi dove ti siedi e ti dico chi sei: incredibile quando salgo quasi per ultimo e mi vedo ancora liberi i posti vicino alle uscite di sicurezza centrali. Larghi, lunghi…confortevoli..gli unici (a parte l’ultimo vicino al finestrino). Una pazzia a mio parere non approfittare di quelli se state scannandovi su per le scalette o avete usufruito di un proficuo imbarco veloce (o priority pass…vedi punto 4). Ah ricordate che per stare in quei posti…bisogna sapere l’inglese (criticità al punto 2) altrimenti vi cacciano..a meno che non siate dei buoni attori.
  7. I kili contano: allora..aprite le orecchie…15 kg per i bagagli da imbarcare e 10 kg per il bagaglio a mano. E non fate i soliti italiani furbetti che a casa pesano la valigia e vogliono poi convincere, sia se stessi che la bilancia, che quel 17 visualizzato vuol dire 14.5! E vi dico di più: a Stansted hanno incominciato a controllare anche il peso dei bagagli a mano..oltre alla loro forma. Occhio!
  8. Ma quanto cazzo mangiate?: come si fa, appena dopo 10 minuti dalla partenza, ad avere una fame bestia ed acquistare un panino pre-fatto e pre-riscaldato sull’aereo alla cifra di 7/8 € invece che qualcosa di più salutare o sicuramente più fresco al bar del duty free ad appena 3 metri dal gate d’ingresso? Mah…sempre stato un gran mistero…un pò come quello della gente che allo stadio va al bagno proprio quando inizia la partita.
  9. Gratta e vinci a bordo…dai su non mi fate ridere: non mi esprimo nemmeno…ma pensate a qual è la possibilità di vincere un grosso premio con un biglietto comprato su un aeroplano che fa dell’economicità la sua ragione di vita.

Va beh..forse mi sono dimenticato qualcosa..e se mi viene in mente lo aggiungo prossimamente..oppure segnalatemelo voi con i commenti…

…l’importante è che sia stato un minimo d’aiuto!

Lascia un commento

VIVA L’ITALIA

Tornato in Italia dopo una toccata e fuga a Londra (lavoro+conferenza+tempo libero). Tante cose da raccontare ma anche una valigia da sistemare, fogliame da raccogliere ed email da rispondere. Volevo però celebrare questo mio ritorno con un video che mi è stato mostrato da un ragazzo di fianco a me sul volo Ryanair Londra-Rimini: link

…viva l’Italia! 😉

Lascia un commento

Di nuovo a Londra…

E si vola ancora a Londra…per la quinta volta nella mia vita. Periodo un pò sfigato lo so (freddo invernale e niente luci di Natale) ma non è colpa mia (forse è colpa della conferenza). Starò qualche giorno…quindi accetto qualsiasi suggerimento su ristoranti da provare e/o spettacoli da vedere. Non mi parlate di musei che stavolta non ho un gran tempo!

La foto sopra l’avevo fatta nel lontano 2004, appoggiato ad una ringhiera in modo da tenere la camera più fissa possibile…chissà se me ne verrà fuori un’altra così ben fatta!

Lascia un commento

Un altro passettino avanti…

Anche l’esame di III anno di dottorato è andato, una piacevole conversazione al fine di ottenere il nulla osta per quella che sarà la “season finale” del percorso da PhD (Aprile 2010…vi tengo aggiornati sulla data). Il bello è stato andare a cena con tutti i compagni di ciclo (il mitico XXII ciclo direi!) e con i membri del consiglio…coloro di cui hai sempre avuto un pò di timore durante gli ultimi tre anni…ma sui quali c’è sempre tempo per cambiare idea…in maniera positiva naturalmente.

Il gruppo è stato protagonista: non mi sarei mai aspettato un’unione e un affiatamento simile…e non sto parlando solo della parte più formale della cosa (stare alle presentazioni di tutti per intenderci!) ma proprio del sostenersi l’un l’altro…dell’essere insieme prima e dopo cena…del preparare, tutti, un discorso finale che rimarrà (ne sono certo) negli annali del dottorato di Bioingegneria di Bologna. Qui sotto riporto la frase che i miei compagni hanno scritto su di me…a mo’ di commento calcistico…tanto per riassumere gli ultimi tre anni in due righe e non di più:

“voto 10: grande intuito e grandi giocate d’anticipo. Si merita la fascia da capitano nonostante ai ritiri di squadra abbia preferito i campionati US. Leader.”

Beh ragazzi…il capitano (commosso) vi ringrazia…sia per tutti questi anni che per le parole…arrivate in un periodo in cui mi sono sentito dire veramente di tutto…

Comments (2)

Older Posts »