Archive for settembre, 2009

Mamma butta la pasta! (3)

DSC04123

Cheers from JFK!

Comments (1)

Tri-State Tournament (alias cazzo abbiamo perso!!!)

NYgiovani

Nonostante abbiamo perso 2 partite su 3 (la prima del girone e la finale) non cambierei mai nulla di questa squadra fatta di fenomeni e personaggi unici. Il racconto della partita è qua grazie al mitico Graziano, che oltre ad un gran presidente si è dimostrato un onesto commentatore. Io, malgrado l’impegno,  mi sono beccato un 5, meritatissimo dal momento che dietro ho cappellato sul secondo goal (prima partita) e in mezzo non ho inciso più di tanto (anche se palla piena sempre!). Sarà stata l’emozione, il caldo o forse qualche chilo di troppo messo su in questi mesi americani…cazzo!

Comunque…tirando le somme…giornata memorabile scandita da minimo 20 bottigliette di Gatorade + una dozzina d’acqua tracannate alla velocità della luce, aperitivo a base di risotto d’asparagi, pesce fritto e Corona, e cena con Lasagna e racconti deliranti da parte degli “atleti”.

Per i più stoici post-serata al Beauty Bar…ma questa è un’altra storia…

Reblog this post [with Zemanta]

Lascia un commento

Going out: Tonic

Tonic: 3rd av, 27th st

Uno dei bar che preferisco, primo perchè giace sulla 3rd avenue (la mia preferita); secondo perchè mi piacciono i bar stile americano con tanti schermi per le partite, bancone largo, una vasta scelta di birre alla spina e musica commerciale ad alto volume; terzo perchè senza neanche farlo apposta, è lo stesso locale in cui ho passato la serata post Italia – Germania in quel lontano 4 Luglio di 3 anni fa (…come passa il tempo…e come è piccola Manhattan!!!).

Serata popolata il Sabato, più tranquilla il Venerdì. Di solito, come tutti gli american bar che si rispettino, c’è un pre-serata all’insegna dello sport (baseball e football americano per lo più) e cibo (bello carico per lo più) e un dopo serata destinato alle danze. Insomma..niente da far strappare i capelli, ma un posto di quelli in cui puoi andare a qualsiasi ora e trovi sempre gente e intrattenimenti vari.

Caldamente consigliato…sorpatutto per chi viene a New York in vacanza e vuole evitare il classico club all’Europea ed esperienziare un pò di vero USA!

Reblog this post [with Zemanta]

Lascia un commento

Going out: Beauty Bar

Beauty Bar: 2nd avenue e 14th st

Tipico locale da East Village dove il trash, il trasgressivo, l’easy going e a volte lo sfigato si incontrano per creare una serata che ha sempre il suo perchè. Beauty Bar pur essendo ai marigni del quartiere, diciamo in quello che non è ancora considerato proprio East Village,  ne racchiude tutta l’essenza: Bar perchè si può bere un pò quello che si vuole (buona scelta di birre alla spina), Beauty perchè l’arredamento è stile salone di bellezza anni 70; caschi giganteschi per la permanente, scatole di prodotti mitici ma ormai trapassati, bottigliette di profumo vuote ovunque. Un posto veramente caratteristico, dove durante la settimana, puoi veramente farti fare una manicure oppure pettinare mentre sorseggi una Tequila.

Consiglio: bello da frequentare durante la settimana, io lo eviterei venerdì e sabato sera quando un’orda di studentelli della NYU (New York University) lo popolano con sudore e quant’altro.

Strano ma bello…

Reblog this post [with Zemanta]

Lascia un commento

Gusto: Lombardi’s

La Lonely Planet da Grimaldi’s come la migliore pizza di NYC…io invece vi consiglio Lombardi’s per 3 validi motivi:

  1. E’ a Soho (Manhattan) e non a Brooklyn…quindi meno strippo se siete in vacanza e sicuramente location più carina;
  2. Da Lombardi’s male che ti vada aspettate mezz’ora…da Grimaldi’s mediamente un’oretta (secondo me effetto Lonely Planet);
  3. Oltre alla pizza Lombardi’s offre un’ottima caprese e delle bruschette da fare paura…non ho visto niente di simile nell’altro.

Inoltre non si spende tanto per mangiare…il prezzo sale se si prende da bere (caraffa di birra 30$). Buona anche la sangria (28$ alla caraffa).

Per la pizza nella Grande Mela…aggiudicato…

P.S.

Per chi dovesse capirare in quel di Ossining (WestChester, NY) consiglio vivamenten Nonni’s pizza (io me la faccio portare a casa almeno una volta a settimana) oppure Lucy’s.

Reblog this post [with Zemanta]

Lascia un commento

Going out: Kiss & Fly

kiss&fly

Kiss and Fly: 13th st, between 9th avenue and Washington st, NYC

In una di quelle serate in cui non hai una proprio gran voglia di uscire, mi faccio comunque convincere da alcuni colleghi di lavoro ad andare a questa festa di beneficienza in barca sull’Hudson con partenza dal Pier 40 Chelsea (Manhattan). Un pò di fretta e un pò lunghi raggiungiamo il porto e ci mettiamo in fila per entrare sulla barca. Fatto sta che a un metro dall’ingresso, la simpatica organizzatrice annuncia che non c’è più posto e che ce ne dobbiamo tornare a casa. Piano B? Beh praticamente no..in quanto con infradito e polo entro alla festa sul barcone ma non in quel del MeatPacking District dove si teneva un altro evento di beneficienza ma di tutt’altro spessore e tenore.

La location: Kiss and Fly; il vestiario: tacchia alti per lei, camicia e cravatta per lui; telecamere all’ingresso e pubblicità di gioielli dentro. Beh..non ci crederete ma in un modo o nell’altro ce l’ho fatta ad imbucarmi…a volte credo che noi italiani abbiamo più connessioni di qualsiasi autoctono dopo appena qualche settimana che viviamo in qualsiasi luogo. Dentro spettacolo: bar libero per un’ora (record di martini al bancone) e tavolo con bottiglione di vodka e succhi vari, degustazione di tartine disgustose e un’asiatica con la febbre si SanVito che suonava il violino a suon di questo oppure questo (vedi foto). P.S. Qualcuno sa come si chiama? (dicono sia famosa)

Non so che dire…ma a NYC capita anche questo…

Reblog this post [with Zemanta]

Comments (1)