Archive for gennaio, 2009

Wanna be a Guitar Hero

E’ ufficiale…voglio imparare a suonare la chitarra.

Armato di un’Ibanez acustica da 100€ (incluso accordatore, stracca, custodia e plettri = offerta natalizia), con la conoscenza musicale data da tanti anni di pianoforte e galvanizzato da un momento di buona volontà spero di riuscire il prima possibile a diventare come lui!

Uno dei cinque propositi per questo 2009…

Annunci

Lascia un commento

Il Blog si schiera

Non so chi abbia ragione…non so nemmeno se ci possa essere un cattivo ed un buono in tutto questo. Fatto sta che si stanno ammazzando…e in questi giorni sempre di più.

…e il blog si schiera nell’idea che sono entrambi dei coglioni!

“…perchè la pace è l’unica vittoria…”

Lascia un commento

Da Montecastello a NYC

Montecastello crew

Dall’archivio polveroso del cellulare, tiro fuori un video girato durante la visita di amici nella Grande Mela..ormai un’estate fa! Un video un pò di nicchia (…chi ci conosce lo sa…) che però apre bene questo 2009…un pò come tirare dalla finestra i piatti vecchi l’ultimo dell’anno…

Lascia un commento

Movies catch up

Un pò di film visti al cinema:

  • Il cosmo sul comò:  lasciate perdere. Se vi piacciono Aldo, Giovanni e Giacomo…questo è il film che NON fa per voi. Bruttissimo!
  • La Duchessa: devo commentare? 0-0 …. x
  • Madagascar: ormai una saga testata. Molto carino…con i pinguini sempre sopra tutti! Ben fatto il doppiaggio italiano, peccato però non averlo visto in inglese con le voci di Ben Stiller e Sacha Baron Cohen..

Comments (2)

Sullo scaffale

Gomorra

Erano anni che non prendevo in mano un libro, penso che l’ultimo l’abbia letto in quinta superiore…quelle cose fatte per forza perchè poi dovevi scrivere la recensione e wikipedia ancora non esisteva. Sono sempre stato affascinato dai racconti di Sciascia, dal Blu Notte di Lucarelli, da “Un giorno in pretura” di RaiTre (uno dei più bei programmi di sempre a mio avviso) e quindi ho pensato che Gomorra fosse adatto a me. E poi tutta la confusione attorno, la triste storia del suo autore, le petizioni, la candidatura all’oscar del film: insomma..tutto un polverone che mi hanno spinto a voler leggere un libro che sicuramente rimarrà nella storia e forse forse verrà dato in pasto forzato ai futuri liceali fra qualche decennio.

Il libro è spettacolare…anche perchè è roba vera. Difficile da credersi ma è roba vera. Luoghi di spaccio descritti fino al più piccolo particolare, realtà quotidiane tracciate nel dettaglio come solo chi c’è stato dentro può farlo.

Insomma…consigliato a tutti…perchè in fin dei conti, che lo vogliamo o no, è storia italiana!

Ora però mi guardo il film…

Lascia un commento

« Newer Posts