Archive for giugno, 2008

The Italian Job!

Verso i quarti...

Ce l’abbiamo fatta..incredibile..io non ci speravo proprio e invece tutto è girato nella maniera giusta: l’infortunio, il rigore, l’espulsione, l’Olanda che segna e anche un Donadoni che sta incominciando a capire chi è in forma e chi no (azzeccata la scelta del Gattuso su Ribery/Benzema). Aspettando il Luca mi godo qualche giorno di riposo prima dei quarti di domenica prossima contro una spumeggiante ma giovane Spagna. Essendo nel weekend avrò la possibilità di vederla in quel di Little Italy…finalmente respirerò un pò di aria di casa.

Forza Azzurri..we did it!!!

P.S.

Altro grande appuntamento stanotte con la finale 6 di NBA. Ormai storica la pubblicità che gira qua in tv! (click sull’immagine)

Comments (2)

Ancora i galletti

Alla carica...

Toni è la chiave di volta..può rappresentare il Rinascimento della nostra nazionale. E’ per quello che scommetto sul 2-0 con doppietta del bomber!!!

Comunque..domani…per pochi intimi…ore 12:00, ho organizzato un prepartita di fuoco con sfida a calcetto 3 contro 3 tra la squadra francese e un dream Team azzurro composto da un italiano purosangue (il sottoscritto), un peruviano adottato e un brasiliano dal cognome calabrese.

Ci si gioca la faccia…FORZA RAGAZZI!

Lascia un commento

Eat and play!

Dave and Buster

Secondo articolo della rubrica “Gusto” che procede con la sperimentazione di una catena che accomuna l’utile al dilettevole: nello stesso posto infatti si può mangiare secondo la tradizione più classica americana e al tempo stesso sedersi in una finta macchina di F1 con lo schermo gigante o guardare l’amico di turno che balla su un tappeto luminoso come un pazzo. Per i più noiosi come me c’è anche il classico biliardo con tanto di tavolino porta birra (grande invenzione). Insomma una sorta di salagiochi gigante con cucina ben fornita. Nachos, Cheeseburger con funghi, Bud Light e tante sfide a SuperMario Cart!

Lascia un commento

…con l’acqua alla gola!

Italia - Romania

Ancora una volta a contare gli ossi nel piatto..a giocare con la matematica..ad affidarci a qualcun altro per il passaggio del turno. E’ questo il bello di noi italiani..e posso già affermare che l’italianità verrà completamente fuori nei prossimi 4 giorni che saranno fatti di suppliche, pretese, richieste nei confronti degli olandesi che si ritrovano già primi matematici nel girone e quindi in vacanza fino ai prossimi quarti di finale. Li imploreremo di essere sportivi, di non buttare via l’occasione di finire a punteggio pieno il girone, guarderemo tutte le statistiche del passato, cercando di farli sentire in colpa per averci già cacciato fuori un’ altra volta (qualche combinazione ci sarà pure no?). Li faremo pentire dei loro 7 goal fatti in 2 partite. In questo momento quanto avrei voluto che Totti non li avesse sbeffeggiati con quel cucchiaio 8 anni fa! Nonostante sia memore dello Svezia – Danimarca di 4 anni fa, io continuo a fare i conti e naturalmente…SPERO!!!

L’ITALIA PASSA SE:
1. Batte la Francia e l’Olanda vince con la Romania. Passano Olanda (9 punti) e Italia (4).
2. Batte la Francia e l’Olanda pareggia con la Romania. Passano Olanda (7 punti) e Italia (4).
3. Pareggia con gol contro la Francia e l’Olanda batte la Romania. Passano Olanda (9 punti) e Italia (2) per il maggior numero di gol nella classifica avulsa.
4. Pareggia 0-0 con la Francia e la Romania perde 3-0 con l’Olanda. Passano Olanda (9 punti) e Italia (2) grazie al miglior coefficiente Uefa (rispetto alla Romania).

Comments (1)

Cacciamo fuori i Rumeni!

Italia - Romania

Domani non si può fallire, e questa cosa mi preoccupa non poco visto chi abbiamo in panchina e conoscendo un pò gli 11 che sono scesi in campo l’altra volta. Visto che lo schema il mister non lo cambierà mai…io propongo un De Rossi al posto di Gattuso e un Grosso al posto di Barzagli con Panucci centrale insieme a Chiellini (al posto del povero Materazzi). Il resto può rimanere così com’è. Diciamocelo..la difesa non si guardava la volta scorsa..bisogna proprio cambiare qualcosa. Domani mi guarderò la partita in pausa pranzo…qua sarà mezzogiorno…speriamo di fare bene altrimenti ci rimetto la faccia.

Segno della croce e via…

P.S.

scommesse?

Comments (1)

Sex and the City: the Movie

Sex and the City

La pubblicità massiva di Sex and the CIty ha svolto il suo dovere obbligando folle di Newyorkers a recarsi presso il cinema più vicino casa, durante il primo weekend di uscita del lungometraggio, a vedere il tv show di NYC per antonomasia diventato film; il tutto, in fondo in fondo, perché si è a New York..e si deve fare..un pò, anche, per non sentirsi in colpa. Pure io ci sono cascato..e come me presumibilmente migliaia di persone visto che la sera della prima (venerdì di 2 settimane fa) non ho trovato un biglietto che sia uno, ad un orario decente (nel cinema di Chelsea tutto era sold out fino alle 2:45, considerando che le proiezioni si susseguivano in sale differenti a mezz’ora l’una dall’altra). La seconda sera (sabato) sono stato più fortunato, presentandomi al botteghino alle 8 e ottenendo un biglietto per la proiezione delle 00:15. Film simpatico, frizzante, non più solo Martini e chiaccherate tra donne, adattato per l’età avanzata delle protagoniste. Lungo? Sono uscito dal cinema praticamente alle 03:00…

Comments (3)

Ma c’era proprio bisogno del 2?

Tila Tequila Space

La tv americana è piena zeppa di reality show che nemmeno possiamo immaginare: ci sono i grandi classici che abbiamo anche noi in Italia (per esempio the Big Brother o Dancig with the Stars), a volte con nomi differenti dai nostri ma la sostanza non cambia (vedi American Idol), si va poi da quelli che vogliono diventare dei grandi cuochi, a quelle che aspirano ad essere Pussycat Dolls. Beh..tra tutti però ce ne è uno che attira l’attenzione più degl’altri..ma un’attenzione particolare..quasi un disappunto continuo che ti porta dire “ma va la”, “ma no”, “non è possibile”, “scherzerai” (scusate se alcune espressioni sono tipicamente dialettali). L’imputato è “A shot of Love” che a mia insaputa è arrivato addirittura alla seconda tiratura. Un record, penso, per un reality fatto di spintoni, parolacce, pianti senza senso, dichiarazioni d’amore etero/omosessuale. Un mix che trova il minimo comune multiplo in lei, la ormai mitica Tila Tequila, una ragazza dai lineamenti asiatici, resa famosa da MySpace, da un passato compromesso per alcune canzoni ripugnanti, e dai gusti sessuali discutibili. Infatti in questo reality i partecipanti sono in cerca dell’amore di Tila, ma la cosa bella è che i concorrenti sono ragazzi etero, donne lesbiche, neri, ispanici, bianchi (mi risulta che nella prima serie ci sia stato anche un italiano..pensa te!)..insomma un pò di tutto. Un bel minestrone da bere in prima serata o in fascia pomeridiana su Mtv..niente di meglio da dare in pasto ai propri figli.

Provare per credere…

Comments (2)

« Newer Posts · Older Posts »