Archive for giugno, 2008

Un tributo alla Carbonara

Carbonara

Mezzo kilo di thin spaghetti, 2 etti di bacon, 6 uova, pepe e parmigiano a volontà per 3 abbondanti piatti di carbonara al dente. Una delizia per un palato ormai lontano dai sapori mediterranei, ma che non vede l’ora di rituffarcisi. Il tutto condito con una bella Heineken ghiacciata e tante risate. Buon appetito a tutti…

P.S.

Ormai mi sembra di parlare solo di mangiare! Brutto segno…

Annunci

Comments (1)

2 $ bill

Spreco un post per una delle cose più inaspettate che mi potesse capitare: la banconota da 2$! Ma qualcuno all’ascolto ne sapeva l’esistenza? So che è un problema da poco, ma qualche nerd numismatico come me lo troverò pure on line! Cmq..il grande Jefferson in primo piano e un ricordo che terrò sempre nel portafoglio. Fantastico.

Comments (4)

Fuori!

Fuori!

Finisce l’avventura e ancora una volta ai calci di rigore..quei maledetti e fatidici calci di rigore! Ai punti avrebbero vinto loro..ma io ci credevo. Fare entrare Di Natale a quel minuto e in quel momento della partita è stata la sintesi dell’incopatibilità tra Donadoni e la Nazionale. Il grande errore è stato non portare nessuno che potesse sostituire il povero Toni (vedi il Pippo), stasera immerso tra le maglie della retroguardia delle Furie Rosse. Ma va beh..è andata..tra un imprecazione e l’altra. Dal mio canto mi sento un pò colpevole, non avendo visto la partita a Little Italy come cabala voleva, ma in un caotico e divertente pub tra la terza e l’undicesima.

Ci sarebbe voluto un Baggio come quello di 14 anni fa…

Comments (2)

Il nuovo arrivato

Finalmente è arrivato il nuovo condizionatore, completamente brand new, con telecomando, opzioni a bottone, display. Sostituisce un antico rottame con filtro vecchio di qualche lustro, rumoroso come un trattore, pieno di vibrazioni e sicuramente non energeticamente conveniente (ogni volta che incominciava la fase di raffreddamento, la luce si abbassava…degno dei migliori film dell’orrore). Ho fatto valere la mia fama di rompiballe sottoponendo l’ennesima richiesta al manutentore, che dopo il rilevatore antiincendio e il tostapane, si è trovato a sostituire anche questo utilissimo e per me indispensabile dispositivo. “Non riesco a dormire..è troppo rumoroso”..questa è stata la motivazione che ha fatto muovere gli addetti per salvare il sonno del mammone italiano.

Sogni d’oro…al fresco però!

Lascia un commento

Working late?

Sono tornato solo ora (23:00 pm) a casa dopo una giornata di lavoro davanti al pc, tra numeri e tabelle. Davvero poca voglia di scrivere un post…

Lascia un commento

Dove è finita l’America? (Parte 1 – I Prezzi)

Tra il dire e il fare è più di un mese che sono qua, e mi sento a buon punto per giudicare un pò la situazione che mi sono trovato davanti. Torno negli States dopo 2 anni e veramente mi accorgo che qualcosa è cambiato. Ho notato un forte cambiamento nelle parole della gente con cui condivido veloci chiaccherate tra una pausa caffè e l’altra; incredibilmente incominciano a lamentarsi anche qua: “…e la benzina costa troppo”, “…e si pagano troppe tasse”, “…e in Europa non si può più viaggiare”..insomma un pò i classici conticini che noi italiani siamo da sempre abituati a fare, ma che oltreoceano non avevo mai sentito più di tanto. E anche la tv rincara la dose con offerte su ogni cosa…3×2, 4×100, coupon, fidelity card, chi prima arriva…un futon gratis (..in questi giorni ha aperto un mega IKEA a NYC e qualche famiglia ha deciso di spendere il Father’s Day e alcuni giorni della settimana in una tenda sul marciapiede fuori dall’ingresso per guadagnarsi il divano gratis! Almeno noi delle cose così le facciamo per i concerti di Vasco!) … insomma chi più ne ha…più ne metta! Secondo me si sono trovati a dover affrontare una flessione della moneta e un innalzamento dei prezzi in un momento in cui avevano tutto..e quindi l’avere di meno scoccia. Questo non per dire che è un paese del terzo mondo (ci vorrebbe) infatti ancora, paragonati alla nostra realtà, le paghe, le condizioni lavorative e molti servizi non sono nemmeno confrontabili…però dico che qualcosa si è mosso..e non sicuramente nel verso giusto. Stiamo a vedere…

P.S.

Per chi non mi conoscesse…non sono nè un politico, ne un economista, nè un esperto del settore…parlo assolutamente da profano e quindi sicuramente qualche frase può essere statisticamente confutata. Ma io non sto parlando di numeri…ma di sensazioni!

Comments (1)

La Griglia fai da te!

Anche senza cacciavite sono riuscito a montare in 20 primi e 40 secondi la tanto attesa “griglia dell’estate” comprata presso Stop&Shop insieme ad un sacco di carbone con già l’infiammabile incluso. Sicuramente non è un record per esperti del fai-da-te, ma per me è più che un primato visto la pessima manualità che mi caratterizza. Inoltre ero distratto da Svezia-Spagna in tv…e da un condizionatore in sala che mi sta dando non pochi problemi. Comunque la griglia è stata immediatamente testata con un paio di ottimi cheesburger fatti in casa e un mega hotdog di maiale. Questa è stata solo la partenza di un weekend assolutamente vietato ai vegetariani, caratterizzato da carne rossa a destra e a manca. Fa sangue..no?

Lascia un commento

Older Posts »