LSU – LaFayette: 45-3

102.000 persone per una partita di un team universitario? è possibile? Beh..io l’ho vissuto di persona ed è tutto vero. Con tanto di maglia viola con scritta gialla (rischiavo insulti continui se avessi indossato una maglia color rosso…vedi shirt polo che ho!!!) mi sono recato al Campus di Baton Rouge (Lousiana) per vedere la prima partita del campionato universitario di football americano.

Per fare capire l’ambiente, la LSU (Lousiana State University) è una delle università tra le più medagliate (si gioca il posto con Texas e Florida) nello sport indubbiamente più famoso e più seguito d’America. Essere un componente di questa squadra significa godere di ottimi privilegi quali andare gratuitamente al college (che qua significa 20000 dollari l’anno a volte), non dover studiare (per me è un privilegio se però si sfonda nello sport!), essere ammirati, corteggiare la cheerleader..insomma..non avere problemi per 5 anni della tua vita. Il quarterback (nel caso LSU è Russell) è una sorta di VIP all’interno dell’uni..come nei film insomma!

Il tutto condito con il fatto che prima della partita tutti (o meglio..quelli che entrano alla partita dopo il tail-gate sono solo un 63% del totale di persone che sono fuori a far casino!), chi dalle 10 di mattina chi dal primo pomeriggio…arrivano nel campus della capitale, parcheggiano il classico truck, piantano una tenda di fortuna e incominciano il tail-gate. In soldoni…si beve birra..si griglia…si giocano game più o meno stupidi delle diverse confraternite e si parla fino a che tutti sono più o meno ubriachi…a quel punto ne vedi di tutti i colori: gente che salta nel fuoco, gente che si rotola nel colore viola e giallo, personaggi che dicono frasi senza senzo in perfetto stile d’oltreoceano.

Una baracca delle più grosse che include centinaia di migliaia di persone (non so se potete immaginare il casino)..una sorta di concerto di Ligabue a Reggio Emilia…dove tutto grigliano, bevono ma al contrario di quel maledetto concerto (dove non si sentiva la voce del cantante di Correggio)…c’è un casino infernale!!!

Insomma…partita senza storia (vedi il risultato)…avversari spaccati e classica parata durante l’half time…il tutto condito da hot-dog e bibite che circolano senza tregua dentro lo stadio…

…il tutto in perfetto stile americano!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: